Cronacasalute

In Calabria le scorie nucleari ?

Ecco in quali regioni mettono le scorie nucleari

In Calabria le scorie nucleari ?

Calabria, Sardegna, Basilicata. Nessuno vuole le scorie radioattive. “La Sicilia non deve diventare la pattumiera d’Italia, né terra dove stoccare scorie nucleari” sbotta con il Corriere della Sera il deputato regionale M5S Nuccio Di Paola, che con una mozione ha chiesto al governatore Musumeci di dichiarare l’indisponibilità della Regione. “I sardi hanno detto no con il referendum, nell’isola abbiamo già il peso delle servitù militari”, attacca Donatella Spano, assessore regionale all’Ambiente. E la Calabria che dice ?

Insomma nessuno vuole beccarsi il deposito delle scorie nucleari italiane, la struttura che dovrà accogliere i circa 90 mila metri cubi di rifiuti radioattivi frutto della passata stagione nucleare del Paese. A scatenare il coro di no è stata la pubblicazione della mappa dei possibili siti del Deposito da parte del ministro uscente dello Sviluppo, Carlo Calenda. Ma quanti saranno i luoghi (e dove) non si sa. Da tempo si parla di una ottantina di aree papabili, su tutto il territorio nazionale.

I criteri sono: la struttura non dovrà essere posta entro 5 chilometri dalle coste; andrà prevista una distanza “adeguata” dai centri abitati; almeno di un chilometro da autostrade o ferrovie; dovrà essere lontana da zone sismiche o alluvionali; non sopra i 700 metri di altitudine.

Ci si augura che le scorie nucleari non siano inserite nella discarica della Presila cosentina, proprio a ridosso del polpone verde della Sila.

 

Show More

Related Articles

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker